“Proiezioni” di Cristina Celestino per “Una Stanza tutta per sé” | Cantiere Galli a Roma

Fuga fotografica al quartiere Portuense. Nella mia Roma, ultimamente descritta esclusivamente in termini di involuzione e trascuratezza, si respira un’aria diversa. In molti quartieri è possibile cogliere i primi cenni di riqualificazione e valorizzazione.

Ho visitato Cantiere Galli Design, la galleria Secondome e l’atelier di Emilio Farina.

"Proiezioni" di Cristina Celestino | Cantiere Galli Roma | Photography © Giulia Mandetta |Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Nello spazio di Cantiere Galli Design, nei pressi del Gazometro di via Ostiense, ancora per qualche giorno, è possibile ammirare l’allestimento site specific “Proiezioni” firmato da Cristina Celestino. View Full Post

Loft Metropolitano IM di Matca Studio

OPEN HOUSE 2017 | INTERNI ROMANI

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Loft Metropolitano IM - Matca Studio | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Un loft nell’eclettico quartiere di Torpignattara, nel palazzo del famoso murales del duo artistico degli Herakut.

I proprietari, un regista teatrale e una curatrice, entrambi  free lance creativi, chiedono agli architetti Tania Castagno e Mario Augusti (Matca Studio) uno spazio dinamico: accogliente ed intimo negli spazi privati, funzionale e pratico nelle zone studio.

La casa si articola su due livelli. Lo spazio è fluido, senza porte, tranne per gli ambienti di servizio.

Una scala in ferro, bianca ed essenziale, collega il piano inferiore con quello superiore.

Ovunque sono disseminati i libri e le bellissime fotografie di arte sulle esili mensole in ferro grezzo disegnati e realizzati su misura.

Al  livello superiore lo spazio è dominato dal work space di Doll’s Eye Reflex, con una parete rivestita di carta da parati dal disegno jungle.

Due vetrate delimitano lo spazio. La prima, scorrevole in ferro e vetro disegnata e realizzata su misura, separa lo studio dalla cucina. L’altra permette l’accesso al terrazzo, oasi verde piena di sole e colore. View Full Post

Casa Nave a Testaccio di Emanuela Petrucci Architetto

OPEN HOUSE 2017 | INTERNI ROMANI

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Casa Nave a Testaccio | Emanuela Petrucci Architetto | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)Un appartamento di 60 mq nel cuore di Testaccio, di fronte al nuovo Mercato.

Un’area storica di Roma, dove l’anima della tradizione e dell’innovazione – garantita da nuovi interventi di riqualificazione del Mattatoio, Piazza Testaccio ed il Mercato stesso, la rendono una delle zone più amate e vivaci della Capitale.

L’obiettivo dell’architetto Emanuela Petrucci  era quello di rendere funzionale una casa piccola e luminosa.

Per farlo ha fatto realizzare artigianalmente su suo disegno arredi eleganti, mimetici e capienti che sono stati ecletticamente mixati con arredi vintage personalizzati, lampade realizzate ad hoc e soluzioni più economiche per contenere i costi.

La scelta dei colori grigio e menta per le pareti, di velluto e lino per i tendaggi, di fantasie jungle per il rivestimento del letto, rendono l’insieme elegante mantenendo un tocco fresco e giovanile.

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Casa Nave a Testaccio | Emanuela Petrucci Architetto | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com) View Full Post

LOFT Co55 di Architects at Work (AAW Studio)

OPEN HOUSE 2017 | INTERNI ROMANI

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | LOFT Co55 - Architects at Work (AAW Studio) | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

L’attico di un edificio razionalista degli anni ’60 nel centro storico di Roma, a due passi da Campo de’ Fiori.

Gli architetti di Architects at Work (AAW Studio) hanno riportato a nudo la struttura portante di travi e pilastri in calcestruzzo armato per risaltarne la sequenza.

Un loft dal forte sapore industriale scaldato dal pavimento a plance in rovere naturale e mitigato dai colori pastello delle pareti.

La continuità con il terrazzo che costeggia tutto l’appartamento è operata tramite ampie finestrature.

Il tavolo da pranzo e la cucina sono realizzati su misura in acciaio e vetro e sospesi attorno ai pilastri al fine di risaltare la permeabilità della luce.

Elementi di arredo realizzati ad hoc per l’appartamento si affiancano ad oggetti di recupero e a pannelli industriali riadattati.

View Full Post

Casa Catone di Massimo Adario Architetto

OPEN HOUSE 2017 | INTERNI ROMANI

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Casa Catone - Massimo Adario Architetto | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Un appartamento in un palazzo costruito subito dopo l’Unità d’Italia.

L’architetto Massimo Adario decide di preservare la distribuzione convenzionale iniziale: 6 ambienti collegati tra loro tramite un corridoio con un solo bagno. Ne ricava 3 bagni e mantiene l’impostazione iniziale che attribuiva ad ogni ambiente una funzione. La valorizza sottolineando ogni funzione con un colore. Le pareti delle stanze sono dipinte con colori sempre diversi che prendono spunto dai pavimenti palladiani originali. La scelta degli arredi rimarca poi l’indipendenza di ciascun ambiente.

Unica eccezione, lo studio che fa da cerniera tra soggiorno e cucina e ha una vista straordinaria sulla Cupola di San Pietro da 5 finestre. Le pareti di questa stanza vengono rivestite da una carta da parati disegnata dall’architetto a partire da tre incisioni settecentesche. In questo modo la presenza reale del Cuppolone dialoga con i monumenti romani rappresentati sulla carta da parati: le rovine dei Fori, piazza del Quirinale con la fontana, l’obelisco e i due colossali Dioscuri.  View Full Post

Casa Baccina di Massimo Adario Architetto

OPEN HOUSE 2017 | INTERNI ROMANI

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Casa Baccina - Massimo Adario Architetto | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Un appartamento all’ultimo piano di un caratteristico edificio nel quartiere Monti, a ridosso del Foro di Augusto.

Alla dimensione relativamente piccola degli interni, il progetto dell’architetto Massimo Adario risponde con una ricchezza che vuole essere, prima che dei materiali, del disegno della distribuzione e del dettaglio.

L’attuale configurazione è il risultato dell’accorpamento all’appartamento originale, dell’ultima rampa delle scale condominiale e del locale posto sul tetto che un tempo conteneva i depositi dell’acqua. La configurazione iniziale era abbastanza convenzionale: un piccolo soggiorno, un corridoio, una piccola camera ed una minuscola cucina collegata ad un altrettanto piccolo bagno. Un controsoffitto occultava poi il tetto originale con struttura in legno e pianelle in cotto.

L’appartamento si sviluppa soprattutto in verticale: dall’entrata al terzo piano una rampa di scale porta al primo livello con soggiorno, pranzo, cucina e due terrazze; da qui una scala realizzata con montanti in ottone e gradini a giorno rivestiti di cuoio porta ad un soppalco; infine con un ascensore in vetro si arriva al terzo livello con il bagno e una piccola terza terrazza che guarda al Campidoglio e all’altare della Patria.

Sono stati usati pochi materiali: marmo (grigio carnico), legno (ebano macassar), metallo (ottone brunito), cuoio (color testa di moro), alcantara. Gli arredi sono stati realizzati su disegno (la libreria, il guardaroba, la cucina) o preferibilmente scelti vintage tra gli anni ‘40 agli anni ’70 (credenza francese in legno laccato nero lucido con disegni cinesi in oro, tavolo italiano in ottone e vetro, sedie sempre italiane con struttura in metallo e imbottiti in pelle scamosciata ecc).

View Full Post

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI

Anche quest’anno Open House Roma 2017 ha aperto al pubblico, per un weekend, le porte di oltre 200 siti della capitale notevoli per peculiarità architettoniche e artistiche.

Tante le case private aperte ad appassionati di architettura e arte che hanno avuto la possibilità di ascoltare l’evoluzione dei progetti direttamente dalla bocca di architetti e progettisti.

La Chaise Bleue ha selezionato i 5 interni romani che ritiene più significativi e in linea con il suo stile.

CASA BACCINA – Massimo Adario Architetto

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Casa Baccina di Massimo Adario Architetto | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

PHOTO | Birgitta Wolfgang / Sister Agency

CASA CATONE – Massimo Adario Architetto

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Casa Catone di Massimo Adario Architetto | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

PHOTO | Birgitta Wolfgang / Sister Agency

LOFT Co55 – Architects at Work

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | LOFT Co55 - Architects at Work | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

PHOTO | Edoardo Rosati.

CASA NAVE A TESTACCIO –  Emanuela Petrucci

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Casa Nave a Testaccio | Emanuela Petrucci Architetto | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

PHOTO | Marco Thomas Piacentini.

LOFT METROPOLITANO IM – Matca Studio

OPEN HOUSE ROMA 2017 | INTERNI ROMANI | Loft Metropolitano IM - Matca Studio | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

PHOTO | Irene Alison

View Full Post

The “Happy Room” by Cristina Celestino for Fendi at Design Miami/2016

The "Happy Room" by Cristina Celestino for Fendi at Design Miami/2016 | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com) Alla Design Miami 2016 (30 novembre – 4 dicembre 2016), Fendi ha presentato la “Happy Room” della designer friulana Cristina Celestino.

Una VIP room itinerante in cui “sfilano” 12 oggetti di design ispirati ad alcuni dei caratteri distintivi della maison di moda italiana.

Una collezione di arredi femminili e sofisticati con un forte richiamo alle forme arrotondate e ai colori pastello degli anni ’50.

Il tocco di Cristina Celestino è riconoscibile nel sapiente uso di elementi artigianali e nell’inaspettata giustapposizione di materiali e tessuti eterogenei: l’ottone, il vetro, la pelliccia, il velluto e il marmo.

I divani e le poltrone hanno gonne di pelliccia di volpe; il set di tavolini con intarsi di marmi e pietre preziose hanno le sembianze di un orecchino con la sua chiusura.The "Happy Room" by Cristina Celestino for Fendi at Design Miami/2016 | Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com) View Full Post

Il “Secret Garden” di Maria Sara Cambiaghi al Festival del Verde e del Paesaggio 2016

Il "Secret Garden" di Maria Sara Cambiaghi al FDV2016 | Photo Credit: Sabrina Martin

Il tema di quest’anno del Festival del Verde e del Paesaggio che si è tenuto all’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 13 al 15 maggio, era “I Giardini della Curiosità”.

Per rispondere a questa tematica, la mia cara amica, l’architetto Maria Sara Cambiaghi, ha ideato il suo “Secret Garden“. Il progetto, selezionato al concorso Avventure Creative, ha vinto l’edizione 2016!

View Full Post

Milan Design Week 2016 – NILUFAR DEPOT

[metaslider id=4658]

Dopo la spettacolare inaugurazione dello scorso anno, NILUFAR DEPOT riapre le sue porte per il Fuorisalone 2016.

La visione di un design vintage e contemporaneo sempre alla ricerca di nuove forme espressive ed espositive caratterizza da sempre Nilufar e i progetti della sua ideatrice, la gallerista Nina Yashar.

Quest’anno scenografici tappeti fluttuanti, parte della collezione raccolta nel tempo da Nina Yashar, hanno occupato la navata centrale, incontrando tre preziosi arazi in lana e seta del XVI secolo, dal decoro a tema naturalistico.

Una parte dell’istallazione è dedicata al design brasiliano, cui è dedicata anche una mostra negli storici spazi di via della Spiga della Galleria Nilufar. Un’importante selezione di oltre 40 pezzi del periodo 1940-1970 di Sergio Rodriguez, Joaquim Tenreiro, Zanine Caldas, Jorge Zalszupin, Martin Eisler e Oscar Niemeyer.

[metaslider id=4659]

Il resto dello spazio espositivo è suddiviso in  box dedicati a oltre 20 pezzi contemporanei dei nomi più interessanti selezionati dalla gallerista, accostati ad arredi vintage di autori come Gio Ponti e Alvar Aalto.

Unico punto di rottura al ritmo dei box è l’architettura cubica pensata da Roberto Baciocchi che ospita al suo interno la Mirror Room, sala da pranzo rivestita di specchi antichi, preziosa ed elegante. In quest’ultima viene presentato il primo servizio da tavola disegnato da Roberto Baciocchi per Nilufar.

Milan Design Week 2016 - NILUFAR DEPOT - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

View Full Post

Milan Design Week 2016 – INNER FOREST by GUPICA

Milan Design Week 2016 - INNERFOREST by GUPICA - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)In occasione del Salone del Mobile di Milano 2016 Gunilla Zamboni, in arte Gupica, presenta “Inner Forest”.

Per tutto l’anno una meeting room dell’agenzia di comunicazione Martina Gamboni si trasforma in una “foresta” aprendosi alla natura.

Simbolicamente “Inner Forest” è la foresta di idee e creatività presente in ognuno di noi: “La sala riunioni si trasforma e diventa il sottobosco dove comunicazione e idee nascono, crescono e trovano il giusto corso per poi ramificarsi, fortificarsi e liberarsi in una fitta rete di relazioni, collaborazioni ed empatie”.

L’atmosfera è calma, pacata e composta. I toni rilassanti sono scanditi da poche linee grafiche marcate.
Milan Design Week 2016 - INNERFOREST by GUPICA - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com) Milan Design Week 2016 - INNERFOREST by GUPICA - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com) Milan Design Week 2016 - INNERFOREST by GUPICA - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com) Milan Design Week 2016 - INNERFOREST by GUPICA - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

View Full Post

Milan Design Week 2016 – INTERMISSIONI by DIMORESTUDIO

Milan Design Week 2016 - INTERMISSIONI by DIMORESTUDIO - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)Una sottile linea metallica connette fisicamente e ideologicamente i 7 ambienti che hanno un solo scopo: emozionare.

Milan Design Week 2016 - INTERMISSIONI by DIMORESTUDIO - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Stanze che si annullano e si tingono di navy-blu per lasciare spazio agli oggetti.

Milan Design Week 2016 - INTERMISSIONI by DIMORESTUDIO - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)Milan Design Week 2016 - INTERMISSIONI by DIMORESTUDIO - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Giganteschi lampadari vintage di Gio Ponti per Venini che, come cascate di vetro incandescente, lasciano solo percepire i pezzi scelti dai designer Emiliano Salci e Britt Moran.

Milan Design Week 2016 - INTERMISSIONI by DIMORESTUDIO - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

View Full Post

Milan Design Week 2016 – BOTTEGANOVE

1 02_PS_MDW16_LADIES&GENTLEMEN_©CLAUDIAMilan Design Week 2016 - BOTTEGANOVE - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)Nasce BottegaNove, azienda specializzata nella produzione manifatturiera di una delle grandi eccellenze italiane: il mosaico di ceramica e di porcellana. A fondarla a Nove, patria dal 1700 della manifattura della ceramica,  è Christian Pecoraro, giovano imprenditore cresciuto tra ceramiche, stampi in gesso e forni.

BottegaNove ha la missione di sperimentare nuove lavorazioni per cercare un’alternativa alla standardizzazione delle forme e alla mancanza di personalità dei manufatti industriali.

Milan Design Week 2016 - BOTTEGANOVE - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Il Salone del Mobile di Milano 2016 diventa l’occasione per presentare la collaborazione con Cristina Celestino.

Art director dell’azienda e designer delle collezioni PLUMAGE e ROSE, l’architetto ha saputo razionalizzare tecniche, saperi e colori di una tradizione storica in una collezione di grande attualità stilistica e cromatica.

Contemporaneamente ha trasformato la tessera e la sua materia in un nuovo modo di pensare e di vivere il concetto stesso di rivestimento facendo entrare il sapore della natura nello scenario domestico e trasformando le superfici in texture tridimensionali.

Milan Design Week 2016 - BOTTEGANOVE - Selected by La Chaise Bleue (lachaisebleue.com)

Per la Milan Design Week, BottegaNove ha partecipato alla collettiva Ladies & Gentlemen, presentando le collezioni nuove e quelle legate alla tradizione del mosaico, riviste nelle proporzioni e nelle cromie.

Cristina Celestino ha pensato e progettato il racconto installativo.

View Full Post