Un caffè sospeso sul Musée du Louvre | Il Café Mollien di Mathieu Lehanneur a Parigi

Un caffè sospeso sul Musée du Louvre | ll Café Mollien di Mathieu LehanneurVoliamo nel centro di Parigi, nel suo cuore, in uno dei musei più famosi al mondo, il Musée du Louvre.

Il designer Mathieu Lehanneur raccoglie una grande sfida: ripensare il Café Mollien, trait d’union tra il Museo, i giardini Carousel e quelli di Tuilleries.

Ha a disposizione una sala a L di 150 metri, alta 6 metri e dominata da imponenti colonne; una terrazza di 230 metri quadri con vista sulla Pyramide di Ieoh Ming Pei.

Il designer interviene inserendo elementi contemporanei negli ambienti classici del museo e riportando a scala umana un contesto monumentale.

A mezza altezza appende “tre grandi uova rosa pallido, luminose e traslucide” a una struttura tubolare, in ottone spazzolato di ispirazione art decò.

Per l’arredo Lehanneur scegli il bianco, “quasi un’eresia nel palazzo del colore”.

Il bianco di tavolini, sedie e sgabelli, spicca tra le tonalità naturali degli interni e continua nel lungo bancone in marmo posto all’entrata, in cima a una scala monumentale in pietra e bronzo.

Pochi elementi che sfidano e sottolineano allo stesso tempo la grandezza delle sale del museo.

Un caffè sospeso sul Musée du Louvre | ll Café Mollien di Mathieu Lehanneur View Full Post

Vincent Van Duysen for Flos | Frankfurt, Light + Building 2016

Prima di entrare nel pieno del Salone del mobile di Milano, vorrei soffermarmi sui prodotti disegnati da Vincent Van Duysen per Flos, presentati al Light + Building 2016 di Francoforte.

Flos, marchio dalla fortissima tradizione culturale nel campo del design, ha sempre dato molta importanza alla partnership esclusiva con designers internazionali.

Vincent Van Duysen ha progettato lo stand di 700 mq che ha ospitato la nuova collezione al Light + Building 2016. Il suo linguaggio architettonico rigoroso e lineare sottolinea il ruolo fondamentale della luce in architettura.

Ambienti di distribuzione e passaggio liberi da qualsiasi ornamento e realizzati con setti e strutture di copertura monocromatici e di notevole spessore. Materiali dalla palette ridotta al minimo per focalizzare l’attenzione sui prodotti.

Al centro dello stand un vuoto incornicia l’installazione che Vincent Van Duysen ha concepito per Flos. View Full Post

3 best: Oversized pendant lights

3 best: Oversized pendant light - selected by La Chaise BleueInterrompo la pausa estiva per condividere con voi la ricerca di un lampadario oversize per una casa in riva al mare in Sardegna. Un progetto a cui sono molto affezionata e di cui vi parlerò prestissimo…

Avevo in mente qualcosa di leggero, etereo, fatto a mano in materiali e tessuti naturali, che mi ricordasse le lanterne cinesi. Ecco le tre soluzioni che preferisco:

1 – Z1 Pendant Light, white cotton, di Nelson Sepulveda per Ay Illuminate

“We believe that local handicraft carries the genes of cultural identity”

{Crediamo che l’artigianato locale tramandi i geni dell’identità culturale}

Con questa convinzione, Ay Illuminate produce grandi lampade, ispirate alla natura e all’artigianato locale di tutto il mondo. Questa lampada, proveniente dall’India, diffonde bellezza e semplicità. E’ costituita da un telaio in bambù e una sottile tela di cotone tessuta a mano.

In vendita online da Couleur Locale, da Bodie and Fou e da Artilleriet

 2 – Cumulus Pendant di Enoki

“There is a time when you look up into the sky and imagine the possibilities of a cloud’s form. It could be a ship, then a horse, then a sheep, but at the same time it is still a cloud. Our Cumulus lights are a contradiction of themselves. At first glance they are a simple and elegant shape, but with closer inspection they are complex structures with the guise of a simple veil.”

{Capita di guardare il cielo e di vedere una certa forma in una nuvola. Può avere la forma di una nave, di un cavallo, di una pecora, ma resta sempre una nuvola. Le nostre lampade Cumulus sono una contraddizione di se stesse. A prima vista hanno una forma semplice ed elegante ma, se osservate da vicino, sono strutture complesse nascoste dietro ad un semplice velo}

Disegnata e prodotta in Australia, questa lampada è disponibile in moltissime varianti di tessuto, legno e in tre dimensioni, 860mm x 1015mm, 660mm x 780 mm, 460mm x 550mm [diametro x altezza]. Per questo progetto ho scelto la versione in mussola bianca (white muslin), ma anche gli altri tessuti sono belissimi. Un prodotto che si presta molto bene anche per una combinazione multipla.

In vendita online da Vavoom e da Zuku Trading (punti vendita australiani che spero consegnino in Italia).

3 – Koushi Lampshade di Mark Eden Schooley

Presentato per la prima volta da Merci, a Parigi, l’eterea Koushi lamp è stata disegnata dal fotografo americano Mark Eden Schooley nel suo atelier parigino. La semplicissima lampada è fatta a mano in fil di ferro e cotone, in due dimensioni, la piccola ha un diametro di 45 cm e un’altezza di 60 cm, la grande ha un diametro di 75 cm per un’altezza di 120 cm, e in due versioni, con o senza nodo inferiore.

In vendita online da Bodie and Fou, da Serendipity e da Artilleriet. In alternativa trovate il DIY qui!

Per maggiori informazioni sulle immagini visitate la mia bacheca Pinterest ELEMENTS – Lighting.

10 BEST: Multi pendant light

Nella nuova rubrica “10 best”, La Chaise Bleue selezionerà i 10 migliori prodotti che rispecchiano un trend del momento.

Copertina

Iniziamo con i lampadari composti da più elementi a sospensione. È il nuovo concetto di design che riprende i lampadari di cristallo di una volta. Vere e proprie opere d’arte che offrono infinite possibilità di composizione: oltre a garantire un altissimo livello di illuminazione, sono molto scenografiche. View Full Post